SA 8000 costi consulenza iso 9001, 14001, 45001, UNI EN 1090 brescia bergamo mantova cremona verona FSC milano ISO 27001 Brescia Milano costo expediting

Accreditamento Reg. Lombardia per Servizi
di Istruzione e Formazione Professionale n. 1116

SA 8000 costo consulente iso 9001 14001 45001 1090 brescia bergamo mantova milano cremona verona costi FSC
Home PageContattiCorsi gratis

Certificazione carbon footprint (impronta climatica dei prodotti)

Cos'è la certificazione Carbon Footprint?

L'impronta di carbonio (in inglese Carbon Footprint) è un indicatore ambientale dell'impatto che le attività umane hanno sui cambiamenti climatici: esprime la quantità di emissioni di gas serra associate direttamente o indirettamente a un prodotto, un'organizzazione o un servizio.
La misura dell'impronta di carbonio, richiede di individuare e quantificare i consumi di materie prime e di energia nelle fasi selezionate del ciclo di vita (Life Cicle) dello stesso. Nel calcolo della Carbon Footprint si tiene conto di tutti i gas che impattano sul clima e che sono trattati nel Protocollo di Kyoto, non solo dell'anidride carbonica (CO2).
consulente certificazione carbon footprint iso 14067 certificazione carbon footprint iso corso carbon footprint iso 14064 carbon footprint edificio iso carbon footprint certificazione emissioni co2 carbon footprint italia ISO 14067 carbon footprint impronta climatica gas serra mantova brescia cremona bergamo verona milano piacenza parma lodi crema varese

Cosa s'intende per Carbon Footprint?

La Carbon Footprint rappresenta la quantità, espressa in CO2 equivalente, di emissioni di gas ad effetto serra generate lungo il ciclo di vita di un prodotto o di un servizio.

Quali sono le norme ISO su cui si basa la Carbon Footprint?

La certificazione Carbon Footprint di un prodotto e di una organizzazione è definita da norme internazionali:

UNI EN ISO 14067:2018

Gas a effetto serra – Impronta climatica dei prodotti (Carbon footprint dei prodotti) - Requisiti e linee guida per la quantificazione.
La norma UNI EN ISO 14067:2018 specifica principi, requisiti e linee guida per la quantificazione e la rendicontazione dell'impronta climatica dei prodotti (Carbon Footprint dei Prodotti – CFP) conformemente alle norme internazionali sulla valutazione del ciclo di vita (Life Cycle Assessment – LCA): ISO 14040 e ISO 14044. Sono specificati anche i requisiti e le linee guida per la quantificazione di una CFP parziale. La compensazione delle emissioni di carbonio e la comunicazione delle informazioni relative a CFP o a CFP parziale sono al di fuori dello scopo e campo di applicazione della norma e vanno trattati separatamente, anche per quanto concerne l'impatto sociale o economico o altri aspetti ambientali e relativi impatti potenzialmente derivanti dal ciclo di vita di un prodotto.

UNI EN ISO 14064-1:2019

Gas ad effetto serra – Parte 1: Specifiche e guida, al livello dell'organizzazione, per la quantificazione e la rendicontazione delle emissioni di gas ad effetto serra e della loro rimozione.
La norma UNI EN ISO 14064-1:2019 specifica i principi e i requisiti, al livello dell'organizzazione, per la quantificazione e la rendicontazione delle emissioni di gas ad effetto serra (GHG) e della loro rimozione. Essa include i requisiti per la progettazione, lo sviluppo, la gestione, la rendicontazione e la verifica dell'inventario dei gas ad effetto serra di un'organizzazione.

Come si misura la Carbon Footprint?

La misurazione del parametro Carbon Footprint di prodotto si effettua sulla base dei dati di consumo aziendali riferiti ad un'annualità di produzione.
La valutazione esprime la totalità delle emissioni di gas ad effetto serra, calcolate secondo l'approccio tecnico del ciclo di vita; viene intrapresa la metodica LCA (ife Cycle Assessment) del prodotto, considerando tutti gli elementi in ingresso e in uscita nel processo produttivo compresa la fase di fine vita del prodotto. certificazione carbon footprint iso 14067 corso carbon footprint iso 14064 Quanto costa un chilo di CO2? Come calcolare la produzione di CO2? Quanto costano i crediti di carbonio? Come ottenere carbon credit? Quanta CO2 produce 1 kg di carbone? Quanto vale la CO2? Brescia Mantova Cremona Bergamo Verona Milano Piacenza Parma Lodi Crema Varese

Quanto tempo è necessario per completare la certificazione carbon footprint ISO14067 e quanto costa

Per poter ottenere la certificazione ISO 14067 affianchiamo all'azienda richiedente un nostro consulente esperto della norma, che mediante una serie di incontri riesce a definire tutte le procedure e la modulistica necessarie per poter essere preparati alla verifica da parte dell'ente di certificazione e ottenere la certificazione ISO 14067. I tempi necessari al raggiungimento della certificazione dipendono dalla complessità dei processi aziendali e dalla reattività dell'azienda.
Una volta all'anno poi l'ente di certificazione effettuerà audit di mantenimento per poter rinnovare annualmente la certificazione.
Richiedeteci un preventivo per l'ottenimento della certificazione carbon footprint ISO 14067.

Che differenza c'è fra la carbon footprint di prodotto e di organizzazione?

La valutazione della carbon footprint di prodotto (CFP) richiede la quantificazione delle emissioni derivanti dall'estrazione e dalla trasformazione delle materie prime, dall'energia utilizzata, dalle fasi di produzione, distribuzione, uso e smaltimento del prodotto.
La quantificazione della carbon footprint di prodotto è una vera opportunità di gestione aziendale, in quanto permette di valutare inefficienze e debolezze dei cicli produttivi e il loro impatto sull'ambiente.
Rappresenta lo strumento ottimale per monitorare l'effettiva sostenibilità dei prodotti e dei servizi proposti sul mercato definendo il contributo all'effetto serra, tramite il valore di un unico indicatore.
La carbon footprint di organizzazione si calcola invece realizzando un inventario delle emissioni di gas serra su base annuale, per capire quanto e in quali attività o settori è presente l'impronta di carbonio, così da poterla ridurre o eliminare del tutto.

Il nostro metodo di lavoro per ottenere la certificazione carbon footprint ISO 14067:2018

La nostra metodologia prevede la preparazione di una documentazione snella che deve aiutare l'azienda a migliorarsi.
L'applicazione della norma deve essere un vantaggio per l'azienda, non un aggravio burocratico e procedurale.

Ecco perché sceglierci come partner per raggiungere la certificazione:
  • La documentazione necessaria viene elaborata da noi (procedure, manuale qualità etc.) ed è personalizzata per l'azienda. La finalità è quella di sollevare l'azienda dal carico di lavoro che questi documenti comportano.
  • Assicuriamo una reale presenza in azienda per tutte le attività necessarie al raggiungimento della certificazione. Effettuiamo un numero di incontri in azienda in base alle complessità dei processi e delle problematiche aziendali.
  • Siamo presenti durante le verifiche ispettive dell'ente di certificazione per supportare l'azienda a fronte di richieste dell'auditor.
  • I nostri consulenti sono tecnici alimentari che hanno lavorato nel settore e sono anche auditor certificati.
  • Siamo una società con certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2015.
  • Siamo una società strutturata: all'interno della nostra organizzazione abbiamo varie figure specializzate nei vari ambiti di sviluppo dell'Azienda.

Dove opera il consulente carbon footprint ISO 14067 di Area ISO

Area ISO mette a disposizione delle aziende la professionalità dei propri consulenti ISO 14067 a Brescia, Mantova, Milano, Verona, Bergamo, Torino, Lodi, Crema, Cremona, Piacenza, Parma e nel resto del territorio nazionale.


Domande frequenti sulla certificazione Carbon Footprint

Domanda: come calcolare il Carbon Footprint di un prodotto?
Risposta: in linea di principio, moltiplicando la quantità di gas serra emessi in un determinato intervallo di tempo per il tempo dell'attività, si ottiene l'impronta di carbonio.
Domanda: quanto vale all'anno la carbon footprint?
Risposta: a livello nazionale, l'impronta di carbonio media di un italiano è pari a circa 11,7Ton.
Domanda: chi ha inventato la carbon footprint?
Risposta: il concetto di impronta ecologica è stato introdotto per la prima volta da William Rees della University of British Columbia, parlandone nel libro "Our Ecological Footprint: Reducing Human Impact on the Earth", del 1996.
Domanda: quanti alberi per tonnellata di CO2?
Risposta: dipende dall'albero, dalla sua età, dalla dimensione, etc etc, ma si può fare una stima media della capacità di assorbimento del carbonio pensando che sei alberi immagazzinano in un anno circa una tonnellata di CO2.



Corso Carbon Footprint